Buon Natale da ArcheoRunning
21 Dicembre 2018
Il mistero della Piramide con ArcheoRunning
11 Gennaio 2019

ArcheoRunning a Civita di Bagnoregio

Oggi ArcheoRunning ha visitato un bellissimo borgo nella Tuscia viterbese: Civita di Bagnoregio, detta anche la città che muore.

Bagnoregio e Civita, separati dalla valle dei calanchi, unite da uno stretto ponte pedonale che permette ai visitatori di tutto il mondo di poter ammirare questo stupendo gioiellino medievale, ma con profonde radici storiche etrusche.

La cittadina si erge su una piccola collina, dominando le valli dei due piccoli torrenti Torbido e Chiaro. La caratteristica che salta subito all’occhio osservandola, e per la quale il paese è così famoso in tutto il mondo, è quella di sorgere nella valle dei calanchi e di trovarsi in posizione isolata rispetto agli altri paesi. La ragione di questo isolamento è dovuta al terreno argilloso/tufaceo, sul quale nasce il borgo, che subisce da secoli una fortissima erosione dovuta ai fenomeni atmosferici, sgretolandosi in maniera lenta e inesorabile.

Questo è il breve percorso mozzafiato che ci ha permesso di innamorarci uno dei tesori nascosti del Lazio.

Belvedere, unico punto di partenza per raggiungere a piedi la cittadina di Civita di Bagnoregio.

Chiesa di San Donato, di costruzione medievale, ma con successivi rimaneggiamenti dovuti al tempo.

Antica Civita, luogo stupendo nel quale vedere testimonianze rimanenti di un antico frantoio.

Il tutto condito da panorami stupendi e cucina tradizionale di una locanda a conduzione familiare.

Una visita che vale la pena di essere fatta e noi di ArcheoRunning saremo lieti di accogliere la vostra richiesta!