Tour in promozione!
9 luglio 2016

Diana Scultori

che è cosa più maravigliosa, una fgliuola, chiamata Diana, intaglia anch’ella tanto bene, che è cosa maravigliosa, et io che ho veduto lei, che è molto gentile e graziosa fanciulla e l’opere sue che sono bellissime, ne sono restato stupefatto“. Giorgio Vasari su Diana Scultori, la passione nella passione di Isabella.


Diana ScultoriHo conosciuto Diana durante i miei anni di Specializzazione post Laurea a Siena. Ci assegnarono una ricerca, a piacere, su un incisore presente nel panorama artistico Nazionale.

Avendo la predilezione per l’arte al femminile (i miei lavori vertono su diverse personalità artistiche femminili), decisi di cercare se tra i vari incisori poteva esserci una donna. Fu così che io e Diana siamo venute in contatto. Io ho conosciuto lei e lei ha conosciuto me. Dal 2008 ho iniziato così un lavoro di ricerca su di lei che mi ha portato, proprio nel 2015, alla scoperta di una sua incisione inedita, assolutamente non indicata da nessuno studio precedente. Questo mi ha dato ulteriore forza nel voler proseguire la mia ricerca, e farne oggetto di una pubblicazione sulla sua vita artistica e personale.